Seguimi, lettore!
sia recisa la lingua infame al mentitore che ha negato l'esistenza
di un amore autentico, fedele sulla terra!


Segui me , mio lettore, soltanto me, e ti mostrerò un simile amore


. . .


domenica 20 novembre 2016

Valle di Lacrime

Questo post è un pastone di roba senza capo né coda.

Oggi sono incazzata, questi mesi di tristezza hanno compresso dentro troppa energia... e ora sono incazzata.
Le mie incazzature si esprimono sotto forma di aggressività generalizzata.
E vi assicuro che sono un campione di lotta e aggressività.
Non solo perché le mie esplosioni di rabbia sono degne di maestri pirotecnici, ma anche perché se indirizzate opportunamente, le mie capacità distruttive si possono misurare in megatoni.

A sfondamento tipo carro armato.

Quando sono in questo stato di agitazione interna, non faccio polemiche sterili -queste le faccio di solito, sono una piccola valvola di sfogo- NO, quando sono così agitata le parole vengono fuori da sole, come se non venissero da me, non le penso neanche, poche semplici frasi al cianuro.
La lingua è una coda di scorpione pronta a fare una strage.
Con la precisione Ken il guerriero tocca i punti deboli altrui e poi.. boom.

E quando mi rendo conto di avere colpito nell'intimo, come uno squalo che odora il sangue e perde ogni controllo, infierisco ancora.

Come potete vedere non sono sempre una persona amabile.
Tanta sensibilità nel sentire gli altri, capirli, accoglierli.. Io so trovare un posto per i sentimenti altrui in mezzo ai miei, nel mio animo..
Questa è un'arma di distruzione di massa se usata contro di loro.

Sono una bellissima persona a volte.


Oggi sono un mostro
💋


Sono incazzata nera con quelle persone che mi hanno trattata come se io non fossi niente e non valessi niente.

Sono incazzata nera soprattutto col mio ex.
Sono incazzata con un mio amico che ha fatto una pessima considerazione a proposito del mio ex e mi ha fatto sentire sminuita.
Anzi ora gli scrivo e glielo dico, magari un poco mi passa.
Gli ho scritto e no, non passa.. anzi ammettere che tutto il dolore che si prova è stato causato da un "era ungherese.. e come si fa a rinunciare ad una ungherese che te la sbatte in faccia" mi distrugge.
mi sento di valere meno di niente..
non sono niente.
12 anni di storia, la mia vita, i miei sogni e i miei progetti il dolore che provo e che mi distrugge barattati per una ungherese.

Vile e schifoso, lo odio. lo odio da morire.
ieri come oggi, rinfacciavo l'impossibile -questo se lo meritava e infatti il vigliacco che era, quando si sentiva oppresso dai sensi di colpa, scappava. Verme infame e scoglionato- piangevo fino a sentirmi sfinita e lo picchiavo selvaggiamente se lo avevo a tiro di schiaffi. -Ma tanto abitava in un altro stato... quindi i ceffoni li ha presi solo quando era qui a suo modo per scusarsi-
Gli schiaffi sono sbagliati? Ma sono liberatori e soprattutto: se lui si era preso la libertà di farmi letteralmente a pezzi.. un paio di schiaffi ben assestati potevo concedermeli anche io.

(Quindi non rompetemi il cazzo con storie sulla nonviolenza perché non attaccano)

Sono passati due anni da quando ho scoperto che mi tradiva.
Il tradimento ha rotto la mia vita a metà, c'era un prima e c'è un dopo, che è adesso e sarà per sempre.

Sono abbastanza oggettiva se dico che non me lo meritavo. ero una buona fidanzata, molto dolce, molto affettuosa e devota.
Meritavo almeno la sincerità o che provasse quantomeno a nascondersi, il verme.
Perchè ha dovuto recare questo dolore a me?
non poteva lasciarmi e fare quello che voleva, come voleva e quanto voleva?
perchè ha dovuto massacrarmi?

Pezzente, mediocre pezzo di egoista, letamaio de genere umano che non è altro

La carta igienica accoglie le mie lacrime

Certe ferite sono profonde e bruciano, nonostante il tempo, da morire. Non so se si rimarginano davvero o fanno solo finta. Minano la base dell'essenza, ogni certezza.

Mi sento fragile ed esposta. Ho paura, una paura marcia di essere così ferita ancora.
Di rimanere così sola.
Ho paura degli effetti della paura.

Se la persona che diceva di amarmi, che aveva un progetto di vita con me mi ha trattato come se io non fossi niente, annientandomi.
Che cosa posso aspettarmi da chiunque altro.




Cmq, ora si capisce perchè preferisco andarmene in giro travestita da Darth Vader a spaccare culi, anziché rischiare il mio.


PS, se per caso a qualcuno venisse in mente di scrivere "perchè non ti amava più"
grazie al cazzo che non mi amava. Lo so.
Ma un minimo di rispetto nei miei confronti..
È la totale assenza di rispetto che mi fa sentire così svilita.
Il fatto che non riesco a non provare affetto per quello che era prima, per quello che ha significato per me.. semplicemente per l'amore che ho provato per lui..
Mentre per lui non è così.semplicemente se ne fregava e se ne frega di me.
Questo mi fa ancora più male.

che domenica di merda


Aggiornamento, stanno facendo la festa di via sotto casa -usanze torinesi-e tra tutte le centinaia di migliaia di canzoni che potevano mettere  ovviamente stanno cantando "Every body need somebody to love"

Già.


9 commenti:

  1. Il tuo amico e' un coglione, soprattutto se e' una persona intelligente: una di quelle che - lo sai benissimo - potrebbero scegliere ben altre parole, ed elaborare ben diverso argomento.

    Ciao Barbara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ohimè, credo che il concetto sia tristemente proprio questo, perché proprio quello che è accaduto..
      Ha preferito cogliere un'occasione anziché proteggere me.

      Che è brutto. ma che è vero.
      Il mio amico è stato indelicato. ma, senza volerlo, ha messo in pratica lo stesso ragionamento del mio ex.

      Elimina
  2. Vorrei poterti dare risposte... ma ahimè non ve ne sono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicono in questi casi: "il tempo"
      Che spero le faccia apparire preoccupazioni lontane e stupide.

      Elimina
  3. Purtroppo queste sono persone vuote. Persone che si cibano di tutto e dappertutto, causa un enorme bisogno da colmare che mai si sazierà. io continuo a vivere storie come la tua, e mi chiedo il perchè. Il perchè mi affido a queste persone vigliacche e malvage che si nutrono senza darti nulla in cambio se non il vuoto che lasciano e le macerie nel tuo cuore. Ma se capita sempre così , il problema è forse mio. Il mio bisogno di amore che mi fa confondere ciò che amore non è ma è solo uso e consumo.
    Devo lavorare su me stesso cercando di capire questo mio bisogno e il suo lato tragico. Di capire questo amore sconfinato che riesco sempre a dare, trovandomi poi solo derubato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuseppe,
      benvenuto nel mio blog, è sempre un piacere accogliere nuovi commentatori!!

      Tutti abbiamo bisogno d'amore e tutti cerchiamo e mettiamo in pratica l'amore che pensiamo di meritare. Inconsciamente.
      Chi non ha abbastanza autostima o ha paura della solitudine o altro (io mi sono soffermata a ragionare su questi due fattori che mi riguardano maggiormente) probabilmente metterà in atto sempre lo stesso schema di comportamento e metterà l'altra persona in condizione di fare del male.

      Su questo tema c'è molto da dire.

      Comunque sì,siamo in parte artefici del nostro destino quindi anche delle nostre sconfitte soprattutto se si ripetono sistematicamente.
      Non so cosa intendi con "lavoro su me stesso" è già un grosso passo in avanti accettarsi così come si è compreso di difetti, mancanze e bisogni che vogliono essere saziati.
      In bocca al lupo per tutto,

      Verrò a leggerti presto :)
      Ciao!

      Elimina
  4. Ti ringrazio della gradita visita sei gentile. Capita spesso non riconoscersi in sé stessi e trovarsi il mondo contro. Capita anche non moderare le parole e trovarsi ad urlare .. non ti arrabbiare è solo tempo perso tanto il mondo un giorno non ti ricordera neppure..
    A presto
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il 99% della popolazione mondiale ignora completamente la mia esistenza già adesso, quindi non mi preoccuperei del fatto che un giorno non sarò ricordata. :)

      Ho smesso di urlare, anche solo di comunicare con quella persona.
      Non mi oppongo alle emozioni che provo. Le vivo tutte intensamente.

      Elimina
  5. Ti ringrazio della gradita visita sei gentile. Capita spesso non riconoscersi in sé stessi e trovarsi il mondo contro. Capita anche non moderare le parole e trovarsi ad urlare .. non ti arrabbiare è solo tempo perso tanto il mondo un giorno non ti ricordera neppure..
    A presto
    Maurizio

    RispondiElimina