Seguimi, lettore!
sia recisa la lingua infame al mentitore che ha negato l'esistenza
di un amore autentico, fedele sulla terra!


Segui me , mio lettore, soltanto me, e ti mostrerò un simile amore


. . .


domenica 30 giugno 2019

I wish you could/would..

Questa non è per me.

My body is a cage  that keeps me
From dancing with the one I love
But my mind holds the key

My body is a cage that keeps me
From dancing with the one I love
But my mind holds the key

I'm standing on a stage
Of fear and self-doubt It's a hollow play
But they'll clap anyway

My body is a cage that keeps me
From dancing with the one I love
But my mind holds the key
my mind holds the key...

My mind holds the key I'm living in an age
That calls darkness light
Though my language is dead
Still the shapes fill my head
I'm living in an age
Whose name I don't know
Though the fear keeps me moving
Still my heart beats so slow
My body is a..

-your- body is a cage!
-your- mind holds the key...




My body is a cage
We take what we're given
Just because you've forgotten
That don't mean you're forgiven

I'm living in an age
That screams my name at night
But when I get to the doorway
There's no one in sight

I'm living in an age 
That laughs when I'm dancing with the one I love
But my mind holds the key

You're standing next to me
My mind holds the key

Set my spirit free
Set my spirit free
Set my body free


neanche questa

Maybe this time,
Maybe this time I'll outwit my past
I'll throw away the numbers, the keys
And all the cards
Maybe I can carve out a living in the cold
At the outskirts of some city
I extinguish all my recent pasts
Become another man again
And have a quiet life
A quiet life for me
A quiet life
A quiet life for me
A quiet life for someone
An acquired life for me
I lost, I ran
I started once anew
In northern grey, in drizzling rain
In salted slush and bitter hale
But the order as always merciless
It wants to see me fail
So the hunter is now the hunted
Past voices call my name
I renounce my past to live again
A quiet life
A quiet life
A quiet life for me
A quiet life for someone
An acquired life for me
I thought I have been given
Another chance again
But heaven lies as usual
I repented but in vain
It tries to cheat me out of my good aim
Take away what I never really got
My quiet life
No quiet life for me
No quiet life
No quiet life for me
A quiet life for someone
No quiet life for me
No quiet life for you






questa è il mio pensiero.

quando l'amore ha vissuto anche solo un giorno, rimarrà per sempre.
rimane come incorrotto e purissimo perché slegato da ogni contatto eppure esso stesso è una strada che ti condurrà sempre a me.
l'unione dell'intima similitudine dei simili. oltre il tempo. oltre lo spazio. profonda e indissolubile.

Quel contatto, quella scintilla, quell'istante rimarrà bloccata lì come una gemma nell'oscurità che l'ha sempre avvolta. ma sarà preziosissima il giorno che vedrà la luce.





venerdì 21 giugno 2019

serie TV ... Dark

la domanda non è dove ma quando

The Strange Barbara si cimenta nella recensione di una serie TV che mi è piaciuta un sacco.

DARK




Se non l'avete ancora vista, MALE, correte a farvi al'abbonamento Netflix -perché qui non posso consigliarvi cose illegali tipo scaricarla o guardarla in streaming- e guardatela tutta nelle prossime 24 ore, con un po' di impegno potete farcela perché domani -più tari, tra poche ore- 21 giugno corrente anno, uscirà il primo episodio della seconda stagione..
Non voglio rubare il lavoro a blogger più mangia-serie di me, io non sono una fanatica delle serie TV, ma questa pare sia passata inosservata sfilando silenziosa al fianco di Game of Thrones, stranger things e alla più recente Chernobyl, eppure non merita di passare inosservata, quindi eccomi qui come una paladina  della giustizia a presentarvela...

fatevi un favore: GUARDATELA



prima di buttarvi ne binge watching, però dovete essere coscienti di un paio di avvertenze:
  1.  è una serie tedesca e i tedeschi sono pesanti, quindi non aspettatevi le solite puntate sviluppate con ritmi, scene e caratteri americani. Dark è differente.
  2. l'ambientazione è decisamente oscura e piovosa.. molto piovosa, il tema è fantascientifico, thriller, bambini scomparsi e saghe familiari.
  3. la gente in questo telefilm è pesantemente disagiata e non ha ombrelli.
  4. le prime 5 puntate possono risultare pesanti e noiose, non pare delinearsi una trama, MA  aspettate e guardate la sesta... poi ne riparliamo e mi dite se ne sarà valsa la pena.
  5. è piena di bei ragazzotti, che non fanno mai male.
  6. Dark è una serie densa, ricca di significati e richiami che emergono qua e là e che tessono una trama compatta.
I presupposti per una seconda stagione da urlo ci sono tutti. Ora non ci resta che vedere se verranno rispettati.

tecnicamente: gli episodi durano circa un'ora, la lingua originale è il tedesco eins zwei polizei, la prima stagione è composta da 10 episodi, la seconda da 8.. vedremo come sarà.


PS, qualcuno ha detto che Dark è molto simile a Stranger Things.. 
ecco stranger things is for boys.. 


Dark is for Men
tschüs! Bis Bald!

giovedì 20 giugno 2019

Alla stazione di Trofarello

Sui treni che si fermano quando non dovrebbero, dove non potrebbero.


Vai in stazione e prendi il tuo treno, un lungo convoglio che si snoda un vagone dietro l'altro, per un viaggio di cui non conosci ancora con certezza la prossima destinazione. Tu pensi ti porti proprio lì dove speri di arrivare, ma lui, ad un certo punto, semplicemente si ferma.
La tua corsa finisce d'improvviso in un posto desolato e morto che fino a un secondo prima, per te neanche esisteva se non per nome che hai sentito dire a qualcun altro: Trofarello.
E ti dispiaceva quando i treni degli altri si fermavano lì. Così ingiusto, così insensato. Così sprecato. Quel nome come una minaccia fantasma che incombe su tutti i treni, o almeno su quelli che viaggiano ancora.-perché non tutti i treni sanno più viaggiare, alcuni hanno smesso di farlo-

Poi cominciano le lamentele tra la gente bloccata.
Qualcuno dice un guasto. È guasto.
No, non il mio treno!
Il mio treno funziona.
Qualcuno dice che è colpa del treno di un alto. Sì, il tuo. È colpa del tuo che  si è fermato sul mio binario.

Qualcuno scende dal suo vagone completamente rassegnato all'interruzione di tutti i viaggi convinto che non ci saranno più treni per lui, qualcuno non si arrende all'idea di essersi fermato sicuro di arrivare comunque per tempo: "recupererà", qualcuno comincia a ricostruire i fatti, fa supposizioni, circolano notizie.
Ma poco importano i perché o i percome alla fine tutti i viaggiatori come me, bloccati a Trofarello, hanno subito un danno e non ci possiamo fare nulla se non aspettare che venga risolto il problema.
In ritardo e un po' scocciato, un po' più lento alla fine il treno riparte, sa di non essere fatto per rimanere fermo e insieme a lui i suoi viaggiatori.
Ora corriamo di nuovo lì dove biondeggia il grano.





 comunque il treno merci che ci ha bloccato, non era carino come questo qui. Lo abbiamo superato ad un certo punto; era brutto, sapeva di vecchio, sferragliava rumoroso e sgraziato, inadatto a correre. Monco.
Sembrava fatto a metà. Lasciato all'incuria, pieno di ruggine e scarabocchi lasciati dai suoi affezionati graffitari. Sporco. Laido

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...