Seguimi, lettore!
sia recisa la lingua infame al mentitore che ha negato l'esistenza
di un amore autentico, fedele sulla terra!


Segui me , mio lettore, soltanto me, e ti mostrerò un simile amore


. . .


lunedì 12 dicembre 2016

I'm gutted


Ci siamo rivisti dopo 8 mesi, mi ha trovata impostata -artefatta suppongodiversa e pure troppo truccata. Ero davvero tesissima, nervosa, sulla difensiva e a buna ragione. Aveva tutte le armi a sua disposizione per ferirmi, come ha fatto. Ero contenta di rivederlo ma allo stesso tempo sapevo che la mia contentezza sarebbe sarebbe durata poco.

Roulette


Il destinatario della lettera in cui significato era più che manifesto, senza che la parola amore fosse scritta una sola volta, ne ha compreso il senso, me l'ha pure riletta puntualizzando qui e lì il significato delle mie stesse parole.. Accusandomi addirittura di usare parole mendaci.
-e già qui è chiaro che non ha capito un cazzo-
-né dello scritto né dell'autrice-

Caro mio miscredente, a me non me ne frega niente di prenderti in giro raccontando frottole.
Non ha senso che io scriva e dedichi pagine di bugie.
Is this clear?


Nonostante lui sia cosciente e consapevole di quello che io sento, mi dice che in fondo sono affari miei perché lui ha chiarito i termini della situazione da parte sua: trombamica.

-un po' egoista, secondo me, perché se sai che una donna prova interesse per te al di là del sesso e se non vuoi darle niente in più, anche solo per rispetto, la allontani, (anziché organizzare un rendez-vous, quasi romantico). E senza rancori si va ognuno per la propria strada-
Non lui che vuole godere con e di me.

Non contento fa un discorso che mi ha lasciata amareggiata non per il contenuto, è qualcosa a cui sono arrivata da tempo, ma per la situazione in cui è stato pronunciato: fosse stato al bar davanti al caffè avrebbe avuto un certo peso, l'avrei accolto in un certo modo, invece tra un letto e una vasca idromassaggio, ondeggiando al ritmo della "passione", ammesso che di passione si possa parlare, è stato triste.
La sinossi del discorso è:

a me piacciono gli stronzi


Grande rivelazione, grazie, se non mi avessi illuminato tu, chissà come avrei fatto!


Quindi mi piace che gli uomini mi trattino male, se mi trascurano deliberatamente e se mi trovo.. diciamo in una situazione svantaggiata. Perché secondo lui questa è il mio modo naturale di amare, di legarmi...

Ne è così convinto che non solo lo pensa e mi tratta di conseguenza in modo superficiale, ma me lo dice anche, sembra fin troppo palese che stia approfittando di questa mia attitudine per i suoi divertimenti.. Tanto mi faccio prendere e lasciare per i suoi capricci senza opporre resistenza..


In fine ha dato un tocco di eleganza a tutto:
Lui da solo con me, dopo un po.. bè.. si annoia! quindi ha necessità di variare e provare nuove esperienze, in tre con un amico, in tre con una amica... Quel pomeriggio mi ha proposto di farlo in 4: due coppie.
Tutto ciò solo perché lui privilegia il rapporto umano, al solo il sesso. Capite?
Per lui non sono solo due ore in camera da letto di mera attività fisica, per lui è di più..

Non voglio fare la santerellina del caso, anche io ho voglia di nuove esperienze, stranezze e trovo eccitante provare insolite combinazioni, ma queste avventure mi danno poco se fatte con qualcuno che mi è estraneo.
Per me è frustrante provare tanto per provare o per ammazzare la noia. Trovo che queste esperienze siano molto più soddisfacenti se fatte in un rapporto in cui oltre al corpo si apre altro..
Quindi, per quanto possa essere invaghita, se si annoia di avere solo me, il mio corpo o quello di un'altra donna  gli sarà indifferente.


Io ho avuto il coraggio di esternare i miei pensieri, rischiando di essere delusa o fraintesa, e li vedo usati così male perfino ritorti contro di me.. 

Vengo spesso definita come "troppo buona"  ma questo non significa che io sia fragile o stupida.
Cerco di vedere il lato migliore di ogni cosa, perché so che "dai diamanti non nasce niente, dal letame che nascono i fior", non sogno ad occhi aperti e non nutro false speranze semplicemente decido di avere fiducia.. e quindi qualcuno che si crede particolarmente astuto, scaltro e smaliziato mi sottovaluta e mi considera una piccola sprovveduta di cui poter approfittare a piacimento -almeno fin quando non gli do un un valido motivo per essere considerata una megagalattica stronza colossale da cui stare lontani-.
Io so come sono, do e faccio quello che sento di volere, includo in me le persone che mi piacciono, per cui provo affinità. Trovo lo spazio per le emozioni altrui tra le mie e non mi interessa che gli altri pensino di poterne approfittare, io non vivo in funzione della mediocrità altrui.
Perché è di persone misere e abiette che sto parlando.
Non sono la rampante manager di se stessa ma ho dei progetti per il mio futuro, molti obiettivi che mi sono chiari anche se non li racconto a chi non si interessa intimamente di me.
I miei sogni, le mie aspettative, i miei desideri e i miei risultati appartengono a me e a chi vuole attivamente farne parte, condividendoli e aiutarmi a realizzarli.
ma non con uno che mi scopa quando trova il tempo!

Il mio sguardo è rivolto verso un punto che non è tangibile e ai più non è dato vederlo. Per questo do l'impressione di navigare a vista, di vivere in balia di non si sa cosa.
Le cose importanti. Le cose belle, belle davvero.

Non credo di voler fare il passatempo ancora a lungo, non mi accontento di questo, penso che la vita abbia molte possibilità da offrirmi senza perdere tempo ed energie in una storia che non ha  finale.
Umanamente mi delude, pensavo fosse una persona migliore, invece è stato quanto di più studiatamente superficiale e vigliacco abbia visto e sentito fin ora.

Barbara crede nelle relazioni umane vere,
se non è qui, se non è adesso
sarà altrove o in un altro tempo.






Credimi se sono felice

Quel pomeriggio, in quella bella camera ad ore, mi ha chiesto se ero felice.
Avrei potuto esserlo davvero, ardentemente.

Una domanda sciocca vista la situazione, alla quale risposi con estrema sincerità, sono trasparente difronte alle emozioni che provo.
Non ero felice, qualcosa stonava prepotentemente con tutto il resto.
Qualcosa di troppo inconsistente e sfuggente aleggiava in quell'ambiente fin'anche troppo sensuale.
Mentre mi riaccompagnava a casa pensavo a quanto vuoto elargisca a piene mani, a quanto sia incompleto, a quante poche "vere soddisfazioni" debba provare, a quante mancanze abbia e a quante illusioni lavori alacremente per nasconderle, alla silenziosa compagna che lo segue ovunque e che però gli da la capacità di allontanare la mia e farmi sentire meno sola, meno isolata.
A come guardi il futuro, trappola dorata.
Sensazioni impalpabili ma solide come macigni ci hanno accompagnati.
Quel pomeriggio non ha peso ed è stato di piombo.
E un po' mi fa tenerezza un po' mi dispiace, un po' mi somiglia.


Il mio amico è più masochista di me

Gli devo una notte insonne, scivolata lenta, come pioggia dagli occhi e brutti sogni.
L'indomani uno strascico di amarezza.

Ma anche un importante risveglio.
Un'importante lezione.

Pensavo che mi avesse demolito, invece è stato come spiccare un volo libero.



Oggi sono insensatamente felice 










Tuttavia, prima di essere felice, sono stata arrabbiata e ho scritto una storia, che io chiamerei Spoiler.



11 commenti:

  1. PErò !!!!
    Mi lasci senza parole.
    Mi sembra un racconto di fantascienza.
    Ma dove cazzo vivo e come vivo mi viene da dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spesso la realtà supera la fantasia e qui si abbonda di fantasia.
      Anche io mi domando dove cazzo vivo.. E forse per motivi diversi ma anche io sono senza parole....
      Storia triste!

      Elimina
    2. Anzi no.. sono un cliché da manuale perché, a giudicare dalle storie che sento, di fidanzati traditori ne è pieno il mondo, e di sceme che si lasciano infinocchiare.. pure!!
      :)

      Elimina
    3. Cicci, mi sa che non ho capito nulla, allora.

      Elimina
    4. lui sta con lei,
      io sono stata con lui..
      e lui mi piace :D

      è semplice!

      le parti complicazioni sono dentro le nostre testoline troppo impegnate in improbabili contorsioni per apprezzare la semplicità della situazione

      Elimina
    5. Sono vecchio e rincoglionito

      Elimina
  2. Che tu sia felice è la cosa più importante, bel post.
    Complimenti
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maurizio..
      Anche se penso che non sia un bel post per la vicenda in sé e perché c'è qualcosa che non mi quadra..

      Comunque grazie :)

      Elimina
  3. piccola stella14 dicembre 2016 15:11
    C'e sempre un qualcosa che manca un qualcosa che cerchi tra le parole i ricordi le emozioni..
    Mi basta il tuo sorriso, rubato. Il mio abbraccio
    Maurizio

    RispondiElimina