Seguimi, lettore!
sia recisa la lingua infame al mentitore che ha negato l'esistenza
di un amore autentico, fedele sulla terra!


Segui me , mio lettore, soltanto me, e ti mostrerò un simile amore


. . .


giovedì 9 luglio 2015

Essere disorganizzati

vado matta per la cancelleria, nel mio borsellino delle penne c'è tutto quello che può servire e anche di più, i doppioni non mancano mai perché mi piace avere i sostituti se perdo, o finisco qualcosa.

-pennarelli
-matite colorate
-3 evidenziatori: due gialli e uno verde
-Bianchetto
-forbici dalla punta arrotondata
-Micro mina
-scotch
-Ricariche per la micro mina
-2 Gomme per cancellare
-4 penne blu
-3 penne rosse
-2 penne verdi
-Neanche una penna nera
e quella con cui scrivo è finita.


Morale della favola:
Quando manca qualcosa di fondamentale non te ne fai nulla dell'abbondanza di cose inutili..

mercoledì 8 luglio 2015

Intime scorciatoie

Mi piace fare i test di personalità, li uso come scorciatoie nel viaggio di conoscenza verso me stessa e verso gli altri.. Essendo cosciente della limitatezza del mezzo, ci sono comunque tante cose nascoste appena sotto la superficie che possono facilmente venire fuori con le giuste domande.
E mi diverte farli a me stessa, segnando le risposte, per sondare il mio stato d'animo generale in modo rapido per vedere a che punto sono rispetto al passato.. 

Quindi ho trovato questo velocissimo, -concettualmente sensato- test di sole 4 domande, l'importante a mio avviso è non dare risposte troppo ragionate, ma concentrarsi un minuto prima di iniziare, entrare in contatto con se stessi ed essere il più sinceri e accurati possibile. 
Le domande in quest'ordine:

1.Immagina te stesso in una stanza bianca, sei a letto e ogni cosa attorno a te è bianca, come ti senti?

2. Qual'è il tuo animale preferito e quali qualità credi che possieda?

3. Qual'è il tuo colore preferito e come ti fa sentire quando lo pensi?

4. Immaginati su una spiaggia, non c'è nessuno intorno a te e il mare è proprio di fronte a te, cosa fai?



Avete risposto? 
ora andate qui  per vedere la "soluzione", io non l'ho riportata per evitare di fare il bel copiato, che non mi sembra una cosa giusta :)  
le mie risposte:


1# "Sono in ospedale" è la prima cosa che ho pensato, "sono morta" la seconda.. Penso istintivamente ad una sensazione di disagio, freddezza e inquietudine, come se non fosse sano e normale essere in quel posto bianco e asettico. Voglio per me un posto colorato e vivo!

2# Appena ho letto animale ho pensato al "cane" perché quello che amavo del mio cane era il suo modo speciale di farmi compagnia, di farmi le feste, di esprimere il suo affetto e di essere fedele, poi ho pensato che mi piacciono anche gatti perchè silenziosi e i delfini che saltano liberamente tra le onde e poi tra cani e delfini non saprei cosa scegliere.. forse non ho un animale preferito.. :D mi piacciono tutti!!

3# Il mio colore preferito attualmente è il rosso, una sfumatura scura e intensa [proprio come quella del mio laptop] questo colore mi fa sentire viva, la associo alla passione carnale -facile- e alla vita vissuta intensamente, non intendo con eccessi ma con passione verso ciò che si fa, senza perdere un solo giorno nel grigiore dell'apatia.


4# Mi tolgo il costume e corro verso il mare, sento l'acqua fredda ai piedi mi fermerei per acclimatarmi ma non mi importa sono lì e mi tuffo fra le onde! 
Sento l'acqua che bagna la cute, i seni, le parti più sensibili al freddo e mi lascio andare... È una sferzata di energia. Nuoto, mi immergo guardo la luce trapassare l'acqua e disegnare strane geometrie sul fondo del mare, guardo verso l'alto e mi fermo a contemplare la superficie dell'acqua dal basso, mi basta li fiato, respiro sott'acqua. Mi lascio cullare dalle onde a pancia in su sentendo il rumore del mare nelle orecchie.
Quando penso al mare, tutti i sensi si riattivano e penso all'infinito.


Non è bellissimo?





mercoledì 1 luglio 2015

Alla fine della fiera

certe storie storie bisogna cominciare a parlare dalla fine, se non altro per tenere sempre a mente la morale che si impara.


In questo periodo di auto analisi e bilanci ho capito di aver commesso tanti errori nell’ultimo anno ed in particolare un errore di nel valutare un rapporto, una persona, ho tentato di rimediare, ma si sa come vanno queste cose, ci si illude di poter sistemare le cose a nostro piacimento, mi dicono ti fai i film;
sì mi sono fatta un film.
Ma non era un film d'amore.

Delle altre persone non possiamo sapere mai tutto, ma a volte per quanto poco si sappia dell’altro puoi conoscere ciò che è strettamente necessario ed infatti sentivo che sarebbe stato un suicidio emotivo, ma piuttosto che seguire la via della ragione, abbandonare tutto e lasciare incenerire il ricordo nel tempo ho preferito farmi avanti per un'ultima volta e battermi per il sentimento che provavo –perché io vivo delle emozioni che provo- così lo cerco -ingoio orgoglio ad ogni lettera che digito sulla tastiera- 

ma lo cerco.
spiego i motivi di certi miei comportamenti,
faccio un passo indietro, riconosco i miei errori
mi scuso per alcuni miei vecchi atteggiamenti,
ci si chiarisce,
nego a lui e a me stessa che provo desiderio nei suoi confronti
-e invece devo ammettere che me lo fare qui e ora-
e poi arriva la proposta più indecente del mondo.. rimaniamo.. ritorniamo.. amici

.senza benefici.


rullo di tamburi
Strange vince il Mongolino d’oro per il miglior momento di follia femminile..
standing ovation per me!

Le mie intenzioni erano delle migliori,  niente amore, niente giochetti, niente tradimenti, pura, semplice, sincera amicizia, perché in fondo lo reputo una persona interessante, mi piace a prescindere dal  rapporto fisico.. solo che questo pensiero era a senso unico.
E non sapevo ancora quanto sarebbe stato doloroso il rifiuto, avevo aperto una parte di me all'altro e mi sono vista rifiutare una semplice proposta… non pensavo che si soffrisse tanto per una cosa che non è amore..  ho pianto un po.. ma poi come si dice:



C'est la vie


Che poi  secondo me chi ci perde non sono io, anche se sono dispiaciuta.. cosa posso dire,
bye bye baby.. 
frankly my dear I don't give a fuck...
your life, your choices!



                     with love